Nenah.org
The Expanse - Versione stampabile

+- Nenah.org (http://www.nenah.org)
+-- Forum: FANDOM GALORE (http://www.nenah.org/forumdisplay.php?fid=5)
+--- Forum: The One With ... (http://www.nenah.org/forumdisplay.php?fid=10)
+--- Discussione: The Expanse (/showthread.php?tid=5)



The Expanse - SallyScrive - 03/10/2017

[Immagine: the-expanse-credit-nbc-universal-tv.jpg]

Ciao a tutte  Smile

rompo il ghiaccio e vi propongo questa serie, secondo me spettacolare.
Ovviamente, per chi non ha ancora visto la serie, vi anticipo che ci saranno un po' di spoiler circa la trama  Bleah

Ormai sono passati 8 anni dalla fine di Battlestar Galactica e nel panorama televisivo non si è più vista una serie di fantascienza analoga e ben fatta.
Una con le astronavi, viaggi interplanetari, l'esplorazione di nuovi mondi, il vuoto e il silenzio dello spazio.

Dirò la verità, ci ho messo un po' ad avvicinarmi a questa serie, un po' perché non mi convinceva molto l'espressione da triglia bollita (stile Jon Snow) che ha il protagonista nel poster principale  Biggrin un po' perché la brevissima sinossi su Netflix non sembrava accattivante.

E invece ...

La serie è basata sulla serie di libri che porta lo stesso nome, il cui primo libro è stato pubblicato nel 2011 dal titolo "Leviathan Wakes", in italiano "Leviathan - Il Risveglio". La struttura della serie si sviluppa un po' come Game of Thrones: 1 libro = 1 stagione.
In effetti, la prima stagione copre gli eventi principali del primo libro, anche se si interrompe un po' prima, rimandando il climax alla metà della seconda stagione.
Non so di quanti libri si compone la serie, finora ne sono usciti 6 e da Wikipedia sembrerebbe che ne verranno altri 3.

Per me, è stato amore a prima vista per l'ambientazione molto realistica; l'idea (semplice, eppure geniale) di introdurci nella vicenda attraverso gli occhi di un personaggio secondario, eppure importantissimo, Julie Mao: come nei migliori noir/gialli, ci viene mostrato l'antefatto con gli occhi della "vittima", la causa scatenante che, da luoghi diversi, richiama a se tutti i personaggi della serie, impegnati a risolvere il mistero partendo da conoscenze diverse e utilizzando mezzi diversi.

Tralasciando l'ovvio hype (almeno da parte mia) per astronavi e pianeti, mi ha da subito affascinato l'evidente studio e approfondimento che sta alla base della struttura della serie: nel corso delle puntate veniamo a conoscenza del tessuto storico e geografico del nostro sistema solare: nomi e luoghi ci sono familiari (almeno per sentito dire), quindi questo aiuta molto quando si tratta di localizzare personaggi e vicende.

Ma la cosa che mi ha davvero conquistata è stata la vicenda del detective Miller, affascinante e malinconico poliziotto che, convinto di aver ormai visto di tutto e di conseguenza insensibile alle sofferenze altrui, si ritrova ad indagare su un caso di persona scomparsa apparentemente insignificante.
Proprio come i detective hard boiled dei vecchi noir di una volta, Miller rimane ossessionato dalla sua ricerca, dalla sua "vittima", fino ad innamorarsene.
E poi Thomas Jane è talmente affascinante e figo che, lasciatemelo dire, è impossibile non appassionarsi alla sua storia.
Sua è la frase, terribile, eppure condivisibile "The Stars are better off without us". Lapidario e potente.

Altro elemento per me importante è la tradizione di battezzare le astronavi.
Ogni fandom che si rispetti ha nomi fighi per le sue astronavi/automobili/mezzi di trasporto: Impala (ok, è il modello, ma è l'Impala, per cui muti), Enterprise, Millennium Falcon, Galactica, Serenity, TARDIS,  etc
Anche qui, non siamo da meno: la prima è lei, la Rocinante (il più bel nome dato ad una astronave da eoni!), la protagonista assoluta su cui viaggiano i nostri protagonisti e per i quali è diventato sinonimo di "casa" e che, affettuosamente, viene chiamata "Roci"; poi vengono: Canterbury, Donnager (unica battleship vista finora), Weeping Sonnambulist, Arboghast , Scopuli, Navoo, Anubis. 
Ce ne sarebbero altre (le potete trovare qui), queste sono quelle più importanti viste finora.

Tra i miei personaggi preferiti, oltre al già citato Miller: Amos, membro della Roci e testa calda, da lui vengono dette le battute migliori; Alex, il simpaticissimo pilota della Roci, molto affascinante, ma anche molto divertente.
Tutto l'equipaggio della Roci è molto positivo, ognuno disposto a sacrificarsi per la salvezza dei propri simili e dei propri pianeti natali; è un equipaggio eterogeneo (ognuno viene da posti diversi e ha un passato oscuro, che per certi personaggi è stato solo accennato, ma non raccontato), ma molto unito e affiatato.
Immensa la Sottosegretaria dell'ONU, politica terrestre tutta d'un pezzo, idealista e agguerrita, disposta a tutto pur di evitare una guerra interplanetaria che potrebbe portare la razza umana sull'orlo dell'estinzione.
Alcuni personaggi secondari, poi, ti entrano nel cuore, per poi farsi odiare nella puntata successiva (sembra Game of Thrones!).
Finora, l'unico personaggio che non mi piace tantissimo è Bobbie Draper: vedremo come si evolve nelle prossime stagioni.

[Immagine: MV5BMTYxNzI0NDY2OF5BMl5BanBnXkFtZTgwNDg0...00_AL_.jpg]


RE: The Expanse - Sara - 10/10/2017

L'ho vista un pò di tempo fa (devo ancora vedere la seconda stagione) ma mi aveva colpito molto il background dei vari pianeti e le trame politiche, un pò GOT, un pò Firefly/Serenity. Anche i nostri eroi scalcinati della Rocinante son un bel mix e nonostante il protagonista un pò imbalsamato ci si affeziona presto a ognuno di loro. Per ora mi pare l'unica serie scifi con astronavi annesse decente dalla fine di BSG (Non mi ha preso per nulla Star Trek Discovery). 

Ah Adoro gli abiti di ChrisjenBiggrin


Some truly select forum posts on this web site , saved to fav. Zipperer - RacquelhoRk - 03/11/2017

Some truly select forum posts on this web site , saved to fav. Slocomb


Thank you for your article.Really thank you! Really Great. Olivera - RacquelhoRk - 03/11/2017

Thank you for your article.Really thank you! Really Great. Linander